Magnificat di Vivaldi & Stylus Phantasticus vol. 2!

Cappella Musicale San Francesco da Paola

Weekend di concerti!
Sabato 20 ottobre ore 21 a Rubiera,
Domenica 21 ottobre ore 18 in S. Giorgio a Reggio!

__________________________

Sabato 20 ottobre 2018 – ore 21
Rubiera (RE), Chiesa Parrocchiale dei SS. Donnino e Biagio
(via Emilia Est)

Magnificat anima mea, Dominum

Camille Deruelle organo
Coro della Cappella Musicale San Francesco da Paola,
dir.Silvia Perucchetti
Coro Vocinsieme,
dir.Corrado Pessina & Ilaria Cavalca
Ensemble “Carl Orff”
Erica Rondini, Monica Bertolini
 soprano
Josette Carenza contralto
Giovanni Maria Palmia tenore
Elena Turci, Fabio Ghizzoni, Federico Bigi solisti a parti reali
Francesca Bertolani Laura Zambianchi flauti
Cristina Fava, Leonardo Pini basso continuo
Hernan Diego Loza tiorba
Corrado Pessina direttore

Musiche di Antonio Vivaldi (Magnificat RV 610), Brahms, Boely

Ingresso libero | Soli Deo Gloria 2018

Il Magnificat di Antonio Vivaldi Antonio Vivaldi

________________________________

Domenica 21 ottobre 2018 – ore 18
Reggio Emilia, Chiesa di San Giorgio
(via Farini)

Stylus Phantasticus –…

View original post 71 altre parole

Annunci

Concerto a Giandeto!

Cappella Musicale San Francesco da Paola

Venerdì 20 luglio 2018 – ore 19
Giandeto di Casina (RE), Chiesa della Conversione di S. Paolo
(via Chiesa, 2)

Concerto per Soli Deo Gloria

Federico Bigi, Giovanni Basile organo
Leonardo Pini
liuto e organo
Coro della Cappella Musicale San Francesco da Paola di Reggio Emilia
diretto daSilvia Perucchetti

Musiche di S. Rossi, P. Passereau, T. L. de Victoria, C. Merulo, G. P. da Palestrina

Ingresso libero
Dopo il concerto sarà possibile cenare

Soli Deo Gloria 2018
Restate 2018

View original post

MOSTRA FOTOGRAFICA Ars Canusina, 14-22 luglio 2018

Il 14 luglio 2018 a Sarzano (Casina, RE) alle 9.30 inaugura un’altra piccola mia mostra fotografica: il reportage documenta l’Ars Canusina conservata nella casa protetta Villa Maria di Casina, emerso e fotografato nel 2016 in occasione della ristrutturazione della cappella interna.

La mostra è organizzata dal Consorzio Ars Canusina nell’ambito del convegno “L’Ars Canusina nel terzo millennio. Arte, storia, scienza, artigianato” ed è visitabile fino a domenica 22 nei giorni 14, 19 (dalle ore 21), 20, 21 e 22 luglio.

Durante il convegno la sala del centro congressi di Sarzano (ossia la chiesa sconsacrata) in cui è allestita la mostra verrà intitolata a Maria Bertolani Del Rio, psichiatra del manicomio S. Lazzaro di Reggio Emilia che negli anni ‘30 del XX secolo sperimentò l’artigianato come metodo di cura, conducendo un approfondito studio sui modelli decorativi romanici del territorio matildico e traendone così un canone figurativo che battezzò con il nome di Ars Canusina.

In memoria di Patricia Adkins Chiti: Musica, pensiero di donna

Sabato 23 giugno 2018, ore 21 · Reggio Emilia, Battistero (piazza Prampolini)

Musica pensiero di Donna.
Composizioni sacre di donne dal tardo Rinascimento ad oggi

Alessandra Artifoni organo
Viscantus ensemble vocale
Silvia Vajente
direttore

Musiche di suore compositrici del ‘600 e di autrici contemporanee: Assandra, Cesis, Aleotti, Peruchona, Vizzana, Cozzolani, Leonarda, Furgeri, Ugalde

Scarica il programma di sala

Il concerto è dedicato alla memoria di Patricia Adkins Chiti, musicologa, cantante, fondatrice della Fondazione Adkins Chiti – Donne in Musica scomparsa il 12 giugno 2018.

Concerto nell’ambito di Soli Deo Gloria · Organi, Suoni, Voci della Città
In collaborazione con EWMD · European Women’s Management Development

Patricia Adkins Chiti

MOSTRA FOTOGRAFICA Re-ligo: L’ortodossia nelle chiese cattoliche reggiane 5-20 maggio 2018

Il 5 maggio 2018 ore 17 a Sarzano (Casina, RE) inaugura la mia mostra Re-ligo, reportage che documenta la vita liturgica ortodossa in alcune chiese di Reggio e provincia concesse alle comunità di rito orientale:

Centro convegni del Castello di Sarzano, 5-20 maggio 2018
progetto fotografico di Silvia Perucchetti
nell’ambito di Fotografia Europea 2018 circuito OFF
mostra a cura di Silvia Perucchetti, Roberto Carriero, Pier Domenico Rossi

  • Mostra visitabile nei giorni: 5-6, 12-13, 19-20 maggio 2018 ore 10-13, 16-19
  • Inaugurazione: sabato 5 maggio 2018, ore 17

CHE COSA DESCRIVE QUESTO PROGETTO

Il progetto Re-ligo di Silvia Perucchetti intende raccontare il microcosmo delle chiese cattoliche di Reggio Emilia e provincia concesse in uso ai culti cristiani orientali.

La CEI (Conferenza episcopale italiana) ha raccomandato ufficialmente la concessione dell’uso di edifici cultuali non più o scarsamente utilizzati in favore delle comunità cristiane non cattoliche.
In un panorama di sempre maggiore differenziazione culturale, il peso crescente dell’immigrazione rispetto alla popolazione residente ha come conseguenza l’introduzione di culture e confessioni religiose diverse da quelle tradizionali, in alcuni casi del tutto assenti in precedenza, in altri già inserite nel tessuto cittadino ma bisognose di nuovi e più ampi spazi di culto.

Questa trasformazione costituisce un caso del tutto peculiare, quasi simbolico, di convivenza religiosa: arredi, paramenti liturgici, opere d’arte preesistenti, lo stesso spazio architettonico coesistono con i nuovi arrivati. Colori liturgici dal diverso valore simbolico, differenti riti, differente calendario delle festività, differente impiego della luce (per esempio l’illuminazione al neon), differente uso degli spazi per i fedeli, differenti apparati musicali.

Ma ciò che le fotografie documentano non è una coesistenza passiva di oggetti e tradizioni: si tratta piuttosto di una “storia che si conserva e si trasmette”, nel senso indicato anche da papa Francesco (cfr Enciclica Laudato si’ par. 232).

Certe situazioni generano un cambiamento silenzioso ma visibile. Talvolta il rito della nuova comunità religiosa dà agli spazi liturgici nuova funzione e nuove regole: è il caso dell’abside nascosta dall’iconostasi, area interdetta alle donne e in cui il sacerdote effettua alcuni riti. Talora invece si afferma una nuova vita nel segno di una chiara continuità con il nostro passato: così le cantorie, oggi animate solo in circostanze concertistiche e ora “ripopolate” dal coro di fedeli.

I LUOGHI FOTOGRAFATI

La sostanza del progetto consiste in un reportage fotografico condotto in alcuni luoghi di culto in città e in provincia.

A Reggio Emilia:

  • chiesa di San Zenone (Comunità ortodossa di rito bizantino del Patriarcato di Costantinopoli);
  • Oratorio del Cristo (Comunità ortodossa rumena, in prevalenza composta da rumeni e moldavi);
  • chiesa di San Giorgio (Comunità greco-cattolica di rito bizantino [Uniati], in prevalenza composta da Ucraini; alcuni aspetti del rito coincidono con quelli cattolico-occidentali);

A Novellara:

  • chiesa della Beata Vergine del Popolo (di proprietà del Comune e dedicata alla Madonna della Neve per la Chiesa di Roma e alla Santa Trinità per la Chiesa Ortodossa russa del Patriarcato di Mosca; i riti cattolici e ortodossi si sono sempre alternati, diversamente da quanto accade altrove, e in occasioni importanti i sacerdoti sono presenti entrambi. La Comunità è composta da russi, ucraini, moldavi, rumeni, bielorussi e da un italiano convertito).
© Silvia Perucchetti

Le Tre Dame @ Novellara, 11 marzo 2018

Domenica 11 marzo 2018, ore 17
Novellara (RE), Sala Civica (Rocca di Novellara, I piano)

Le Tre Dame
Musiciste e compositrici dal Medioevo ad oggi

Conferenza-concerto con guida all’ascolto a cura di Silvia Perucchetti ed Elisa Copellini
Elisa Copellini pianoforte e relatrice
Silvia Perucchetti relatrice e direttore
Schola femminile della Cappella Musicale San Francesco da Paola di Reggio Emilia

Musiche di Hildegard von Bingen, Sofia Gubaidulina, Cécile Chaminade, Clara Schumann, Fanny Hensel Mendelssohn, Beatriz de Dia, Lili Boulanger

Ascolti: Elisabeth Jacquet De La Guerre, Francesca Caccini, Barbara Strozzi, Luzzasco Luzzaschi, Giaches de Wert, Cathy Berberian, Beatriz de Dia

Nell’ambito di Armonie dal Mondo

Ingresso libero · per info: silviaperucchetti@yahoo.it

Il Concerto delle Donne @ SDG, 15 ottobre 2017

Domenica 15 ottobre 2017, ore 17
Reggio Emilia, Galleria Parmeggiani (corso Cairoli)

Il Concerto delle Donne
Musiciste e compositrici dal Medioevo ad oggi

Concerto con guida all’ascolto a cura di Silvia Perucchetti ed Elisa Copellini
Maria Chiara Gallo mezzosoprano
Elisa Copellini pianoforte e clavicembalo
Silvia Perucchetti introduzioni musicologiche, voce

Musiche di Hildegard von Bingen, Luzzasco Luzzaschi, Francesca Caccini, Barbara Strozzi, Elisabeth Jacquet De La Guerre, Cécile Chaminade, Clara Schumann, Fanny Hensel Mendelssohn, Alma Mahler, Cathy Berberian

Concerto promosso da EWMD nell’ambito di Soli Deo Gloria. Organi, Suoni, Voci della Città

Ingresso libero · per info: silviaperucchetti@yahoo.it

Dove sei stato, mio bell’alpino?

Coro Mavarta

Sabato 18 febbraio 2017, ore 21
Sant’Ilario d’Enza (RE), Centro Mavarta
(via Piave 2)

CONCERTO
Dove sei stato, mio bell’alpino?
I luoghi della Grande Guerra nei canti dei soldati

viegrandeguerra_febbraio2017

Angela Volta e Sara Sisticicanto
Andrea Sisticicanto e chitarra

Coro Respiro

Coro Mavarta diretto daSilvia Perucchetti

Laura Zambianchiottavino
Anelio Bosiopercussioni
Antonio De Vanna pianoforte

Scarica il programma di sala

In collaborazione conCentro Studi Musica e Grande Guerra

Nell’ambito di Allegro con Spirito 2017


Ingresso libero
Per info: carlo.perucchetti50@gmail.com

View original post

Seminario di Musicologia Applicata: polifonia a 3 voci fra ‘500 e ‘600

Domenica 26 febbraio 2017, ore 16-18
Aula Magna del Dipartimento di Musica Antica di Brescia (via Bollani 20)

«Tres sunt qui testimonium dant in coelo»

Innovazione e tradizione nella polifonia a tre voci di area padana e bresciana
fra Cinque e Seicento

Conferenza aperta al pubblico a cura di Silvia Perucchetti
Offerta musicale a cura degli allievi del Dipartimento di Musica Antica di Brescia

L’incontro, a carattere divulgativo, è dedicato alle raccolte di messe e mottetti a tre voci pubblicate nel Nord Italia al volgere del XVI secolo.
Sospeso in una fase di transizione ancora poco studiata eppure di capitale importanza nell’evoluzione dello stile concertato e per la graduale affermazione editoriale degli organici vocali ‘ridotti’ (è del 1602 la pubblicazione dei celebri Cento concerti ecclesiastici di Lodovico Viadana), le messe ed i mottetti pubblicati fra gli anni ’80 del Cinquecento ed il 1610 appaiono tanto attraversati da tendenze progressiste, quanto mai realmente emancipati dai modelli compositivi del secondo Cinquecento.
Se nelle intonazioni su testo della messa si intravede una sorta di indugio, da parte dei compositori, nell’intraprendere sperimentazioni compositive, forse a causa dell’immutabilità e del rilievo dottrinale assunto dal testo liturgico dell’Ordinarium nel contesto rituale, al contrario è ben evidente la straordinaria vitalità del genere del mottetto nei primissimi anni del Seicento: questa forma accoglie e sviluppa le più interessanti istanze d’innovazione concentratesi col passaggio al nuovo secolo, in un momento storico che risente della distanza dai modelli rinascimentali e aspira profondamente ad un rinnovamento linguistico ed espressivo.
Le tecniche compositive impiegate garantiscono la facile cantabilità consona al numero modesto di voci che consentiva un regolare impegno della musica figurata anche alle cappelle minori, senza dover fare appello a musici supplementari; allo stesso tempo, i compositori ben volentieri colgono l’occasione offerta dall’agile e ridotta dimensione del mottetto per saggiare le nuove vie del linguaggio musicale.
Fra i compositori presi in esame si segnalano due figure di grande interesse: Valerio Bona, bresciano e attivo in S. Francesco nel 1611, grande anticipatore di quasi tutti gli elementi compositivi che contraddistingueranno il nuovo stile; Antonio Mortaro, a sua volta frate francescano attivo a Brescia dal 1606 e considerato uno degli autori chiave del repertorio sacro prima e durante l’avvento del basso continuo.

dipmusant-brescia_locandina-seminari-musicologia-applicata-feb-2017

Il Concerto delle Donne @ Parma, 21 novembre

Lunedì 21 novembre 2016, ore 16
Parma, Auditorium di Intesa San Paolo (borgo Bruno Longhi, 7/b)

Il Concerto delle Donne.
Conferenza con ascolti musicali e video-proiezioni

Silvia Perucchetti, musicologa

Nell’ambito delle attività culturali e sociali 2016 della Società Dante Alighieri di Parma e del ciclo di incontri L’altra metà del cielo. Nel LXX del primo voto alle donne in Italia